Strategia di Differenziazione del Prodotto

Strategia di Differenziazione del Prodotto[Strategia di Differenziazione del Prodotto – Articolo di Marco Scabia]

Si sente spesso parlare di USP: “Unique Selling Proposition”.

Ovvero il fattore unico differenziante, di un Business.

Quando vuoi creare un Business e farlo crescere… devi distinguerti.

In che modo sei “diverso” dagli altri?

Il problema è che tanti mercati sono già affollati.

È difficile trovare un angolo con cui posizionarti che sia davvero unico. E al tempo stesso non sia troppo “strano”.

Se vai troppo sullo strano. Se esci dal seminato.

Il rischio che corri è quello di creare qualcosa che non viene capito.

Che non interessa. Che le persone non acquistano.

Prendiamo ad esempio un mercato molto affollato…

Esempio: Il mercato dei “biscotti”

Se vai al supermercato… reparto biscotti… trovi decine di tipi di biscotti diversi.

Alcuni si differenziano per la qualità. Alcuni per il brand. Altri per il prezzo.

Ma la verità è che (Barilla non me ne voglia) molti di questi “tipi di biscotti” finiscono per essere un po’ tutti uguali.

Sono tutti “belli” da vedere.

Hanno confezioni con un bel design.

Foto raggianti sulla confezione, con il biscotto ritratto che sembra gridare “mangiami mangiami”.

Ora…nella mia zona (abito a Firenze) c’è anche un altro “tipo” di biscotti.

Un tipo “particolare”.
Si chiamano “Brutti ma Buoni”.

E, come dice il nome, hanno la caratteristica di non essere particolarmente belli da vedere.
Anzi, sono abbastanza bruttini.
Però…se li assaggi, ti accorgi anche che sono molto Buoni!

E il risultato dunque è che sullo scaffale di biscotti… li noti subito: Si differenziano.

Hanno una loro USP personalissima, che li rende inconfondibili. Spiccano.

Il problema con le USP è che è molto facile notare quella degli altri (quando c’è). Ma è più difficile trovare la tua. Tweetta!

Come fare a trovare una tua

Strategia di Differenziazione del Prodotto?

Proviamo a seguire il principio del Brutti ma Buoni.

Quello che succede è che oggi il web è pieno di siti “tiratissimi”.

Design spettacolare. Layout minimali.
Pare di essere ad una sfilata di moda.

Quando lavoravo nel campo delle produzioni web, per i “direttori creativi” l’obiettivo quando
veniva concepito un nuovo sito web, era più o meno quello di creare un’opera d’arte.

E il risultato è che alla fine l’occhio dei visitatori si abitua. E il bel design non viene più notato.

Il web diventa un luogo piatto. Iper trendy.

Dove tutto è uguale a se stesso… e diventa difficile emergere.

E così i siti web, le optin page, le pagine di vendita, le email, non “convertono” più!

A meno che…
A meno che… non si crei qualcosa di volutamente diverso! Qualcosa che spicca.
Il contenuto è principe. Deve essere di valore! Deve essere “Buono”.
E realizzare questo è molto più semplice di quello che sembra. È sufficiente essere te stesso:
usare la tua “Voce Unica”. Se fai così. Se riesci a essere davvero te stesso quando produci i tuoi contenuti, arriverai a creare contenuti genuini, che non avranno il sapore di essere simili a tutto il resto che si vede in giro.

Strategia di Differenziazione del Prodotto

“Brutta ma Buona”

Ok…questa è la parte “Buono”. E la parte “Brutto”?

In un mondo online dove tutto è “Bello”… perché non fare qualcosa di un pochino meno “Bello”?
Di un pochino meno “Trendy”?

Non dico di creare qualcosa di mostruoso. Però…perché non fare qualcosa di “Bruttino ma Buono”…che attirerà l’attenzione in quanto diverso… e che una volta assaggiato conquisterà il cuore di chi ne sta fruendo?

Nei miei esperimenti di marketing su Internet… ho osservato che è proprio così.

1. Se fai un banner, o un Ad per Facebook… Non lo fare meraviglioso.

Non lo rendere qualcosa che si inserisce armonicamente nel sito in cui viene ospitato.

Fai invece una cosa che spicca.

Fai un “Brutto ma Buono”.

E vedrai che le persone lo noteranno.

Lo cliccheranno.

E poi, una volta assaggiato, se davvero oltre che Brutto è anche Buono, verranno conquistati dal tuo marketing.

2. Se fai email marketing… non usare un design spettacolare per le tue email.

Scrivi email con un layout semplice.

Puro testo va benissimo.

Come scriveresti ad un tuo amico.
E vedrai che verrai più facilmente percepito come qualcuno di cui ci si può fidare.

E da cui (perché no?) acquistare.

E adesso vorrei darti il mio “Brutto ma Buono” (2 Regali per Te!)

Tutto questo vale anche per il tuo sito.
Il tuo sito web deve ingaggiare.

Deve catturare i tuoi visitatori… deve offrirgli qualcosa di “Brutto ma Buono”.

1) Ho girato un breve video in cui vado più in profondità su questi argomenti… e mostro come fare ad acquisire clienti da Internet, creando un sito “Magnetico” (Brutto ma Buono!).
Lo puoi trovare cliccando qui:

Strategia di Differenziazione del Prodotto
Oltre al video c’è anche un ebook  che puoi scaricare, che ti mostra come fare a creare il tuo
Brutto ma Buono

Clicca sul bottone qui sotto e fai Download Gratis dell’eBook “Il Sito Magnetico” di Marco Scabia

Si, voglio l’eBook Gratis!

Il-Sito-Magnetico

[Strategia di Differenziazione del Prodotto – Articolo di Marco Scabia]

Se hai domande sul post “Strategia di Differenziazione del Prodotto” scrivile tra i commenti qui in basso: facci sapere cosa ne pensi di questo articolo, grazie! 🙂


Potrebbe interessarti anche...