E-commerce: 5 Strategie di Mercato

E_commerce_5_strategie_di_mercato

[E-commerce: 5 Strategie di Mercato – Articolo di Gloria Zaffanella]

Nell’era del web e delle mille opportunità che esso propone sorge (quasi) spontanea l’idea di entrare a far parte del mondo virtuale.

Hai un prodotto?
Offri un servizio?

Ecco che l’e-commerce diventa un’ottima opportunità, se si dispone degli strumenti necessari per gestirlo.

Non bisogna però fare l’errore di pensare che passare giornate davanti ad un computer connessi ad internet, saper realizzare un sito web o cliccare qualche “Mi piace” su Facebook sia sufficiente a far funzionare e, soprattutto, a sviluppare un’attività e-commerce.

Come per ogni attività tradizionale, il successo di un e-commerce non è frutto della casualità bensì di una strategia vincente.

La nostra esperienza ci insegna che cinque sono i punti chiave da seguire per un e-commerce di successo, sia che l’oggetto della vendita siano beni o che si propongano servizi.

E-commerce: 5 Strategie di Mercato

E-commerce – Strategia di Mercato 1: Prodotto/servizio di qualità

Innanzitutto dobbiamo partire da un prodotto/servizio di qualità, che richiami l’attenzione dei potenziali clienti e li renda soddisfatti una volta concluso l’acquisto.

Così facendo, lasceremo una buona impressione al nuovo cliente e con il tempo rafforzeremo i rapporti instaurati.

La fidelizzazione, benchè meno forte rispetto a quanto avviene nel mercato tradizionale, rimane comunque elemento fondamentale.

Potremo così godere di una buona reputazione sul web, elemento determinante per il passaparola virtuale.

Nella rete infatti la voce si sparge molto più velocemente rispetto al mercato tradizionale: chiunque può leggere una cattiva recensione ed essere da essa scoraggiato ad acquistare.

Al contrario, se il nostro servizio è di qualità possiamo sfruttare strumenti certificati di recensione per comunicare ai potenziali clienti l’esperienza positiva di chi si è già servito sul nostro portale.

E-commerce – Strategia di Mercato 2:  Indagine di mercato

Come secondo punto, dobbiamo fare una breve indagine di mercato per sapere se il prodotto che vogliamo vendere è ricercato dalla rete (e allora l’e-commerce è una buona scelta); in caso contrario l’avventura virtuale potrebbe richiedere parecchi sforzi e impegno per farlo conoscere.

Strumenti come SEMrush (o tools similari e più evoluti) consentono di capire se le keywords sulle quali intendiamo puntare in fase di marketing siano o meno ricercate.

Quindi passeremo ad un’analisi dei competitor, che ci permetterà anche di stabilire il prezzo di mercato dei beni/servizi che rappresenteranno il nostro core business; è ovviamente fondamentale mantenersi in linea con i prezzi dei maggiori competitors del settore in modo da cominciare a farsi (onestamente) spazio nel gruppo.

Ciò in quanto online la comparazione dei prezzi è molto veloce e semplice.

E-commerce – Strategia di Mercato 3: Layout e funzionalità del sito web

Il terzo passo è dare vita ad un sito web semplice ed intuitivo; il portale sarà il nostro strumento di lavoro e non dobbiamo scordarcene quando penseremo a layout, funzionalità e processo d’ordine.

Il sito dev’essere funzionale e il più chiaro possibile per l’utente; dovrà accompagnare quest’ultimo passo dopo passo verso l’acquisto.

Ogni step dovrà essere guidato e descritto nei minimi particolari.

E-commerce – Strategia di Mercato 4: Assistenza qualificata

Chi di noi entrerebbe a fare acquisti in un negozio pieno di cose sparpagliate qua e là, dove non c’è nemmeno una commessa ad aiutarci?

E qui entra in gioco il quarto elemento del nostro punto vendita virtuale: un’assistenza di qualità.

Ci riferiamo alla possibilità, per i clienti, di contattarne il personale per risolvere eventuali problemi, chiarire dubbi o ricevere informazioni in modo rapido tramite una chat o un centralino o un indirizzo mail.

La prontezza di risposta e la professionalità degli operatori sono due condizioni indispensabili per trasmettere fiducia ai clienti.

E-commerce – Strategia di Mercato 5: Web Marketing

Quinto passo: occorre studiare una strategia di marketing.

Come è meglio muoversi per farsi conoscere sul web?

La risposta principale (e la più conosciuta) arriva da Google (di gran lunga il motore di ricerca più utilizzato in Italia e in Europa).

Qui potremo avviare in nostro business in modo rapido grazie ad Adwords passando sia attraverso la rete di ricerca, che attraverso la rete display/remarketing, che attraverso Google Shopping.

Tuttavia sono fondamentali per una strategia vincente a lungo termine anche operazioni di Seo, che portino il nostro portale nelle prime posizioni dei risultati di ricerca per le keywords che più ci interessano.

Inoltre, soprattutto se riusciamo a proporre prodotti/servizi a prezzi competitivi, sono da considerare i comparatori di prezzo. Sempre maggior valore infine stanno assumendo gli investimenti sui vari social network.

Precisiamo che nel campo del web marketing non esistono investimenti buoni o cattivi a priori: esiste un mix vincente di interventi che varia da settore a settore e da portale a portale.

Per districarsi e comprendere meglio quale investimento ci sta dando i migliori risultati dobbiamo utilizzare strumenti come Google Analytics, che ci consentono di capire i comportamenti dei nostri visitatori/clienti.

[E-commerce: 5 Strategie di Mercato – Articolo di Gloria Zaffanella – Public Relation Manager di Stampaprint S.r.l., azienda leader in Italia nel settore della stampa online. Dopo una carriera nel print marketing, Gloria ha studiato le dinamiche del search engine marketing per approfondire le molteplici opportunità di un loro utilizzo congiunto.]

PS

Se ti è piaciuto “E-commerce: 5 Strategie di Mercato”, suggerisci la lettura agli amici cliccando sui pulsanti qui in basso 😉


Potrebbe interessarti anche...