Creare un Logo di successo (figo come quello del Lab InfoProdotti!)

Creare un Logo di successoCreare un Logo di successo – Articolo di Andrew Bosco

Creare un logo può sembrare semplice ed è un task che solitamente viene sottovalutato: in fondo, si tratta di trovare un’immagine carina e funzionale da affiancare al nome del vostro business.

In realtà, come i grafici sanno bene, fare un logo può rivelarsi l’impresa più complicata dell’intero progetto.

Infatti, un logo assolve a molteplici funzioni, le vediamo insieme, nel primo dei 4 paragrafi di questo articolo:


Funzioni del Logo:

  • Brand: intorno al logo andrà costruita l’immagine dell’intero business, per cui sarà importante ideare un logo intorno al quale verranno implementati tutti gli altri elementi grafici (biglietti da visita, brochure, sito web, immagini social, ecc.).

Creare un logo è la prima pietra di un grande edificio.

  • Concept: il logo dovrebbe in qualche modo richiamare la mission aziendale, trasmettendo una relativa emozione al potenziale cliente.

Ad esempio, se il settore è quello assicurativo, il logo dovrebbe trasmettere sicurezza, solidità, affidabilità.

Se invece è il logo di un’agenzia di spettacoli, dovrebbe trasmettere, gioia, allegria, spensieratezza.

  • Easy to remember: il logo deve essere semplice da ricordare.

Il logo della Nike, o della Apple sono semplicissimi da ricordare ed entrano facilmente nella mente del potenziale cliente.nike

Un logo troppo complicato sarà difficilmente comprensibile ed associabile al vostro progetto.

Meglio optare per un’immagine stilizzata, con pochi colori o monocromatica, piuttosto che creare un disegno complesso che difficilmente verrà ricordato.

Quando un cliente pensa alla nostra azienda deve istantaneamente associarne il logo: non facciamo forse così quando pensiamo a Nike o ad Apple?

Apple+logo

  • Attractive: infine, un buon logo deve essere esteticamente piacevole da guardare.

Graficamente bilanciato, dai colori complementari e ben armonizzati.

Anche l’occhio vuole la sua parte.

Siamo attratti da ciò che è bello, equilibrato e ben fatto.

Certamente, i contenuti sono importanti, ma la prima “stretta di mano” ci dà già alcune sensazioni.

Che ci piaccia o no, siamo naturalmente portati a giudicare un libro dalla sua copertina.

Insomma, forse disegnare un logo efficace non è poi un’impresa così semplice.

Ecco perché i grafici si fanno pagare bene per questo tipo di servizio: richiede molte ore di ricerca e sviluppo, ed è, come dicevamo, un tassello essenziale per la costruzione dell’intero brand aziendale.

Un lavoro delicato che sarebbe sempre meglio affidare ad un professionista del settore.

Se invece vuoi provare a cimentarti da solo, tra poco di mostro due semplici strategie per creare un logo super professionale… ma primo voglio raccontarti…

Come ho creato il nuovo logo del Laboratorio Infoprodotti

creare logo lab infoprodotti

Seguendo le regole appena esposte, ho creato poco tempo fa il nuovo logo per questo sito.

Il concept era semplice: coniugare l’idea del laboratorio chimico vero e proprio, in cui però si produce creatività, inventiva, ingegno ed idee.

Ho subito scartato l’idea di inserire qualcosa che avesse a che fare specificatamente col marketing, perché le tipiche icone del marketing (grafici a torta, megafoni, frecce varie ecc.) rendevano troppo serio ed usuale il logo, mentre il cliente (José! 🙂 ) voleva andare in una direzione opposta, e cioè comunicare l’idea che divertendosi e sperimentando si possono fare grandi cose.

Così come un provetto chimico mescola i diversi composti alla ricerca di un nuovo prodotto, allo stesso modo il web marketer del Laboratorio Infoprodotti sperimenta diverse tecniche e strategie, finché non si accende la lampadina e si trova la soluzione adatta a risolvere uno specifico problema.

Per questioni di spazio ho cercato di essere breve nell’esporre un processo creativo che ha richiesto diversi giorni di maturazione, ma il risultato è quello che vedete.

L’unione fra il concetto di Laboratorio (una beuta) e di Lampadina.

Un risultato semplice, ed un logo altrettanto semplice, che riassume però con precisione la vision del cliente, e la rende di immediata comprensione anche per i suoi clienti/visitatori.

Dopo aver scelto tra diverse mie proposte, Josè è rimasto entusiasta di questo… e a seguito del brainstorming che ci aveva portato a questa soluzione, ha anche modificato la tagline del Laboratorio, da “Fai Business Online divertendoti” al più semplice ed immediato: “Da Idea a Business”, che è la versione short di “Dove le Tue Idee diventano Business Online”:

creare logo lab infoprodotti

A cui poi Josè ha voluto per forza aggiungere il suo amato Dott. Lip 😀

Logo Lab InfoProdotti 2017

Adesso che hai avuto un’idea più precisa di come ci si muove quando bisogna creare un Logo, ti mostro 2 semplici trucchi per creare loghi in modo professionale:

Come Creare un Logo Super Professionale:

1) Definite chiaramente il focus del vostro logo

Domande da farsi:

  • Qual è il focus del mio business?
  • Quale emozione voglio trasmettere? (sicurezza, affidabilità, semplicità, ecc.)
  • Quale prodotti/servizi venderò? In che modo possono essere associati al logo?
  • Che tipo di clientela avrò? (giovani, anziani, imprenditori, uomini, donne, ecc.)
  • Se esiste già un prodotto/servizio simile al vostro, osservate i loghi della concorrenza: che tipo di loghi hanno creato?
  • Cosa trasmettono?

L’ultima domanda è importante: infatti, se studiate a fondo i vostri competitor (mi raccomando, solo di quelli che hanno avuto un grande successo), potrete ricavare importanti informazioni per rispondere alle domande precedenti.

Non dovete, in alcun modo, copiare i loghi dei competitor, ma potete certamente trarne ispirazione per capire quali ragionamenti li possono aver portati a scegliere una determinata forma e, di conseguenza, quale sia la forma più adatta per il vostro progetto.

2) I tre fattori di un logo di successo

Ci sono tre principali fattori per creare un logo di successo:

  • la forma del logo
  • i font usati
  • i colori

È importante mantenere questi tre fattori bilanciati fra di loro:

La forma del logo: è importantissimo che il vostro logo abbia una forma tale da poter essere facilmente riprodotto in qualsiasi dimensione: dal grande poster alla favicon del browser.

shittylogosSe l’immagine è troppo complessa, ricca di particolari, o dai tratti troppo fini, sarà impossibile rimpicciolirla senza creare problemi.

Ricordate che, nell’era digitale, è importante creare immagini ben visibili e riconoscibili se rimpicciolite, visto che saranno spesso viste su tablet, smartphone, ecc.

[Su shittylogos.com son soli 5$ puoi ricevere dei loghi veramente orribili, come questi esposti nel loro portfolio. 😀 😀 😀 n.d.r.]

Il font: meglio un font molto semplice banale che un font eccessivamente elaborato.

Il nome del vostro progetto deve essere ben visibile e riconoscibile.

Evitate font tipo Comics o Handwriting vari (questi ultimi utilizzabili solo se molto bold e leggibili e solo per alcuni settori).

Evitate anche font tridimensionali.

Il colore: non trascurate l’importanza dei colori. Utilizzate sempre colori complementari che ben si abbinano fra di loro.

I colori trasmettono emozioni e l’uso armonico dei colori trasmette un certo tipo di serenità nel potenziale cliente.

Se possibile, meglio limitare a due i colori del logo.

Molte grandi aziende usano un colore solo (Facebook, Youtube, Spotify, Apple, Nike, WhatsApp, ecc.) in quanto in questo modo il logo è più facile da ricordare e da ricostruire nella mente.

Lo scopo di un logo è quello di essere facilmente ricordato: più dettagli aggiungerete, meno riuscirete a farli entrare nella mente dei vostri clienti.

facebook-youtube-spotify-whatsapp-logo

Bonus: un trucco da grafici per creare un Logo di successo

Infine, ecco un trucchetto semplice da attuare, ma che vi farà definitivamente capire se il vostro logo è davvero versatile.

Togliete ogni colore: com’è in bianco e nero?

Funziona?

È ben visibile?

Si vedono bene tutte le forme che lo compongono?

Diversi grafici partono dallo studio del logo in bianco e nero, per poi colorarlo soltanto alla fine.

E sappiate che alcuni loghi stanno benissimo in bianco e nero!

Per concludere, se dovessi riassumere in una frase tutto ciò che ho scritto finora, direi:

Un logo efficace deve essere essenzialmente semplice Tweetta!

Come avete visto, semplice non vuol dire facile, e per raggiungere questa semplicità occorrono spesso studi e ricerche approfondite.

Ma, visto che si tratta della vostra immagine, direi che ne vale davvero la pena!

Buona ricerca e buon lavoro!

Creare un Logo di successo – Articolo di Andrew Bosco

Consulenza per la creazione del tuo logo o del tuo brand aziendale?

Clicca qui e ricevi la consulenza gratuita di Andrew Bosco

Nella richiesta di preventivo, se specifichi che sei un lettore del Laboratorio InfoProdotti, ricevi -50% di sconto! 😉

P. S.

Guarda questo video interessante di approfondimento su creare un Logo di successo:

P. P. S.

Che ne pensi di creare un logo di successo?

Se ti è piaciuto “Creare un Logo di successo” scriv nu comment accà abbasch! 😀


Potrebbe interessarti anche...