Digital PR, cos’è?

Digital PR, cos'è[Digital PR, cos’è? – Articolo di Alessio Beltrami]

Cosa sono le digital PR? A cosa servono?

Si fa un gran parlare del potere dei social media per promuovere la propria attività online e ognuno sembra avere una sua teoria in merito.

Tutte buone in realtà, oggi però vorrei affrontare un aspetto particolare dell’attività che ogni azienda e ogni professionista dovrebbe svolgere su internet per comunicare con clienti e potenziali clienti.

Parlo delle Pubbliche Relazioni, le vecchie Pubbliche Relazioni che spostandosi online sono diventate digitali, da qui Digital PR.

Digital PR, cos’è?

Scopo delle Digital PR

Il vero scopo delle pubbliche relazioni è fare in modo che si parli della tua azienda (dei suoi servizi/prodotti) e costituiscono di Digital PR, cos'èfatto il modo migliore per creare un Brand (non avviene facendo pubblicità) e per fare il duro lavoro di prevendita.

Se la pubblicità lavora con il sottotitolo “comprami” le PR schiacciano altri tasti come “ricordati di me” e “dillo in giro”.

Ovviamente, il potere dei social media amplifica il potere delle PR perché quel “dillo in giro” ha a sua disposizione strumenti evoluti
come i social network, i forum, i blog e ogni forma di condivisione che esista online.

L’esperienza fatta negli ultimi 3 anni occupandomi delle Digital PR di aziende e professionisti (parlando per loro attraverso blog e social network) mi ha portato a sintetizzare in poche ma fondamentali componenti ciò che determina il successo di una campagna di Digital PR.

Non ho fatto altro che perfezionare quello che funzionava e abbandonare ciò che non dava risultati.

Per questo oggi posso dire che gli elementi che determinano il successo – che fanno parlare di te online – sono pochi.

Digital PR, cos’è?

Il Calendario Editoriale

Oggi vorrei affrontare l’elemento chiave di ogni strategia di Digital PR: il calendario editoriale.

Cos’è un calendario editoriale?

Digital PR, cos'èIn poche parole…

E’ il modo per organizzare i tuoi contenuti in anticipo seguendo una chiara strategia, attraverso il calendario editoriale è possibile disegnare un percorso (cosa diremo e a chi), identificare il modo migliore per comunicare ogni messaggio (video, ebook, post sul blog, tweet ecc) organizzarli in anticipo (calendarizzare con largo anticipo i nostri contenuti) e organizzare i compiti all’interno del team (chi scriverà cosa).

Per rendere più efficiente il calendario editoriale esistono vari strumenti, applicativi e gingilli di ogni genere, ma carta e penna svolgerebbero sicuramente bene i compiti chiave.

Quindi se stai cercando di far conoscere la tua azienda, i tuoi prodotti o i tuoi servizi online assicurati di gestire gli strumenti a tua disposizione (blog, social media ecc) da una cabina di regia che ti offra la possibilità di coordinare tutte le azioni in funzione di un chiaro obiettivo finale: far parlare di te online!

Ma io non ho un calendario editoriale e non so da dove partire, come faccio?

Niente paura.

Iniziamo col dire che la tua presenza online non si gestisce di giorno in giorno a seconda dei tuoi umori o del tempo che hai a disposizione.

Andiamo quindi per gradi:

  • identifica i canali che utilizzi abitualmente per comunicare (quelli che non puoi gestire abbandonali = chiudili!)
  • individua le tematiche che vorresti affrontare su ogni singolo canale (sì! fai una bella lista)
  • ogni tematica può essere spunto per singoli argomenti correlati (continua con la lista)
  • se altre persone sono coinvolte nella creazione dei contenuti assegna chiaramente ogni contenuto ad un autore
  • infine disponi all’interno di un calendario i contenuti lavorando in anticipo (è possibile anche lavorare con mesi di anticipo sul
    calendario editoriale, anche se certi contributi possono essere prodotti solo a breve distanza)
  • assicurati che ad ogni singolo contenuto corrisponda una data di pubblicazione, un canale specifico di diffusione e un autore

Se hai tutto chiaro sotto i tuoi occhi – che sia una tabella excell o una tabella “carta e penna” – hai fatto un buon lavoro.

Organizzare i contenuti è indispensabile anche per verificare l’efficacia di ogni azione e confrontare singole azioni e risultati (traffico web, iscritti alla tua lista, aumento di follower/fan ecc)

Digital PR, cos’è?

Conclusioni

Digital PR, cos'è

La prossima volta che parlando di Digital PR avvertirai perplessità da parte di professionisti e

imprenditori, fai loro una semplice domanda: avete utilizzato un calendario editoriale?

Non sono uno scommettitore, ma ho come l’impressione di conoscere la risposta… 🙂

Ho illustrato la mia strategia di Digital PR in maniera completa nella guida gratuita “Fare Digital PR con il tuo Blog Aziendale”.

[Digital PR, cos’è? – Articolo di Alessio Beltrami – www.BlogAziendali.com]

PS

Se ti è piaciuto “Digital PR, cos’è”, clicca sul pulsante blu qui in basso e Condividi su Facebook, grazie! 🙂


Potrebbe interessarti anche...