Come inviare email a più destinatari senza fare Spam

Come inviare email a più destinatari senza fare SpamCome inviare email a più destinatari senza fare Spam?

La questione è seria.

Imparare ad inviare email a più destinatari senza fare Spam è una cosa che dovrebbero imparare tutti, non soltanto chi lavora online.

Con questo articolo, mi propongo come portatore di un messaggio di Rispetto per il prossimo.

Rispetto per il tempo, per la privacy, per la volontà del prossimo.

Insomma, una questione seria, come ti dicevo. 🙂

Moltissime persone si sentono autorizzate a mandare spam (email spazzatura) a tutti i loro amici, solo perchè sono nella propria rubrica.

Quante volte hai ricevuto quelle benedette catene di S. Antonio in cui tuti potevano guardare gli indirizzi degli altri destinatari (incluso il tuo)?

Bé, quello è tecnicamente spam.

Adesso analizziamo il problema SPAM e di seguito le soluzioni (semplici):

Come inviare email a più destinatari senza fare Spam

Il Problema:

Wikipedia definisce lo SPAM così:

Lo spamming, detto anche fare spam o spammare, è l’invio di messaggi indesiderati (generalmente commerciali). Può essere attuato attraverso qualunque sistema di comunicazione, ma il più usato è Internet, attraverso messaggi di posta elettronica, chat, tag board o forum.

E anche su Facebook, aggiungerei.Come inviare email a più destinatari senza fare Spam 2

Il concetto di fondo è che non puoi mandare email a chi non te l’ha chiesto.

Non vale neanche fare come certi che ti scrivono qualcosa tipo:

“Abbiamo trovato il tuo indirizzo in un elenco pubblico, se non vuoi ricevere altre email, rispondi CANCELLAMI“.

Mi verrebbe da dire a queste persone:

“Abbelli! Il consenso devo dartelo PRIMA che mi mandi il tuo messaggio promozionale, non ti devo mandare il dissenso DOPO!” 😀

Rido… ma c’è poco da ridere.

Certe aziende comprano banche dati di email a caro prezzo, ma indovina un pò dove vengono prese le email che vengono vendute online?

Esatto, dalle catene di S. Antonio che hanno i destinatari visibili a tutti (non sempre, ma il 99% delle volte).

E pensiamo un attimo al brand di queste aziende: che immagine possono dare di sé, se vengono associate al fastidio di una email di spam?

Anche a livello di brand, mandare spam è un autogol pazzesco!

E questo non è tutto: anche gli hacker mandano i loro virus via email a chi reperiscono tramite le catene si S. Antonio.

Insomma, quell’innocuo gesto di inviare email a più destinatari, si può rivelare estremamente dannoso per te e per i tuoi amici.

Spam per altri canali

Come inviare email a più destinatari senza fare SpamAltri aspetti dello spam si sono diffusi con l’avvento dei Social Network.

Oggi per molti è normale taggare sulla foto del proprio prodotto (o evento), tutti i propri amici.

O peggio, pubblicare i propri link sulla bacheca degli altri al solo scopo promozionale.

Ma il risultato è sempre lo stesso: violando la privacy delle persone taggate, si produce solo un fastidio, che viene associato al tuo brand o al tuo prodotto…

Un modo etico e rispettoso di promuoversi su Facebook è con la pubblicità a pagamento (Facebook Ads) oppure pubblicando sulla propria bacheca, magari chiedendo esplicitamente di condividere il proprio link.

Se il contenuto del link è buono, sicuramente l’invito sarà colto.

Come inviare email a più destinatari senza fare Spam

Le Soluzioni:

Le soluzioni sono molto più semplici di quello che si possa pensare.Come inviare email a più destinatari senza fare Spam

Riguardo Facebook, ti ho già scritto qui in alto… il principio di fondo è sempre lo stesso: rispetta gli altri e non stai facendo spam.

Riguardo le email, il discorso è diverso a seconda che tu mandi email per diletto o per lavoro.

Per chi invia email per diletto, oppure per diffondere un link o altro, allora la soluzione è semplicissima:

al posto di inserire tutti i destinatari nel campo A: o in C:, basta inserirli in CCN:

Come sai, quando spedisci un’email, hai sempre la possibilità di inserire i destinatari in uno di questi 3 campi:

  • A:
  • C:
  • CCN:

Se non ci credi, controlla nella tua casella di posta! 😀

Se inserisci i destinatari in A: o in C:, stai violando la privacy di tutti, perchè rendi in questo modo pubblicamente visibile il loro indirizzo email.

La soluzione è usare CCN:

Più facile di così!

Chi fa campagne di invio email in modo professionale (Aziende, Web Marketer, etc.), deve far attenzione agli aspetti che seguono.

Innanzitutto, devono garantirsi il consenso di inviare email.

Come?

C’è solo un modo: facendoli iscrivere alla propria newsletter… ottenendo così il consenso ad inviare email.

Possibile che io debba farmi una newsletter per poter mandare i miei messaggi promozionali?

Esatto.

L’unica alternativa che hai è trovare un accordo commerciale con qualcuno che ha già una sua newsletter e inviare il tuo messaggio ai suoi iscritti.

Ad ogni modo, nel 2013, per chi vuole espandersi online, è letteralmente INDISPENSABILE creare una propria newsletter.

Qualunque sia il livello a cui agiamo: dal ragazzino di 18 anni che mette su il suo primo Blog, alla multinazionale quotata in borsa.

Come fare una newsletter?

come fare una newsletterL’argomento è vasto e richiede parecchio spazio, magari facciamo un articolo a parte per questo.

In linea di massima, esistono 2 strade:

1) Fare una newsletter con software a pagamento
2) Fare una newsletter gratis

Se vuoi crearti la tua newsletter gratis, allora mi sento di suggerirti come strumento Feedburner, che offre la possibilità di crearti un form in cui inserire la propria email e ad ogni nuovo articolo del tuo blog, gli iscritti ricevono una email.

PRO: è gratis e non puoi fare spam.

CONTRO: è un pò complesso da impostare, è complesso inviare un omaggio di benvenuto e non puoi contattare i tuoi iscritti, se non pubblicando nuovi articoli.

L’alternativa è un autorisponditore a pagamento.

Ce ne sono molti, ma quello che usiamo e consigliamo noi è Aweber.

CONTRO: costa 194 dollari all’anno circa (147 euro)

PRO:

  • non puoi fare spam
  • è uno strumento professionale
  • hai la possibilità di preimpostare dei messaggi registrati che ricevono i nuovi iscritti
  • puoi inviare i tuoi omaggi in modo facile
  • se ti mettono nello spam, Aweber dialoga con il provider di posta e ti protegge
  • ha un’ottima assistenza via email e via chat

I benefici sono tanti altri, se vuoi fare sul serio, credo che tu non possa fare a meno di usare questo strumento.

Puoi sperimentare il nostro autorisponditore iscrivendoti alla nostra newsletter qui in alto a destra: appena ti iscrivi, ricevi un messaggio che abbiamo impostato tanti anni fa, ma ti sembrerà che ti abbiamo appena mandato la mail… è di grande impatto.

Ce ne sono anche altri analoghi, ma Aweber è considerato il TOP.

Inoltre conosco altri colleghi che usano queste alternative e mi hanno detto di non trovarsi tanto bene.

Noi invece ci siamo sempre trovati molto bene con questo autorisponditore.

Tra i progetti in cantiere c’è anche quello di fare un tutorial per spiegare ogni funzione di questo servizio.

Conclusione:

E’ facile non fare spam.

Basta conoscere le poche regole che hai letto in questo articolo e un pizzico di rispetto per i destinatari delle nostre email.

Mi auguro che con questo articolo sia stata fatta un pò di chiarezza…

Se ti dovessero inviare altre email con i destinatari condivisi, puoi rispondere inviando il link a questo articolo: l’unico modo che esiste per contrastare questo fenomeno è diffondere un messaggio di Rispetto, più velocemente dello spam.

Se hai dubbi o domande, o se credi che avrei dovuto integrare questo articolo con altre informazioni, ti invito a scrivere un commento qui in basso, grazie! 🙂

1info-abbraccio!

Josè

PS

Se ti è piaciuto “Come inviare email a più destinatari senza fare Spam”, condividi su Facebook, cliccando sui pulsanti qui in basso, grazie! 🙂


Potrebbe interessarti anche...